Crea sito

Dalla storia ai metodi per roulette, ecco cosa è cambiato!

       Molto spesso ci mettiamo alla ricerca di metodi per roulette vincenti nella rete, ma spesso i giocatori non sanno nulla della storia di questo gioco favoloso e pensano che si perda sempre soltanto perché non lo si conosce. Con questo articolo vorremmo ricordare che tutti i metodi sviluppati nel corso della sua storia hanno delle origini precisi e non sono mai casuali.

       Procediamo per gradi, conoscete i natali della roulette? Su molti siti come questo trovate tante informazioni a riguardo. Intanto vi diciamo che la prima roulette nacque in Francia nel XVII secolo grazie a Blaise Pascal, matematico, probabilmente nel corso delle sue ricerche sul moto perpetuo. La roulette è nato come un gioco di probabilità e di statistica, per verificare con quale frequenza uscisse un numero o un colore, ma con il passare del tempo fu proposto come gioco nei casinò e divenne molto popolare nelle sale da gioco francesi.

       Nel 1842 François e Louis Blanc, alla struttura di gioco inventata da Pascal, apposero il numero zero nella roulette, proprio perché per loro era necessario dare più margine al banco. Il gioco divenne un successo e la roulette fu richiesta da tutti i casinò e i centri di gioco europei. Gli stessi fratelli Blanc aprirono un casinò ad Homburg e promuovevano il gioco della roulette.

       Intanto, contestualmente, anche negli Stati Uniti d’America qualcosa stava accadendo: la roulette si stava diffondendo in tutte le sale da gioco, ma vi erano apportate alcune modifiche rispetto alla versione europea. La roulette americana aveva (e ha) il doppio zero, dapprima con 28 numeri ed in seguito, dato che il vantaggio della casa divenne davvero insostenibile, arrivò ad avere 36 numeri.

       Non abbandoniamo, però, i due fratelli Blanc: uno di loro, François, nel 1861 ebbe un contratto di cinquant’anni con il Casino di Montecarlo e adottò la roulette con singolo zero che gli assicurò un grande successo. Stabilita la forma di gioco, ancora oggi conosciuta, cominciarono a diffondersi fra i giocatori i primi metodi per vincere alla roulette.

       Uno dei metori più conosciuti, ma anche adatto ai principianti, è il sistema progressivo: si punta sempre o sul rosso o sul nero oppure sul pari e dispari. Se si perde, si riprova a puntare ma aggiungendo un pezzo alla scommessa di partenza. Si va avanti a scommettere finché non si raggiunge un vantaggio. Ma cosa potrebbe accadere? Potremmo essere protagonisti di una serie negativa e, quindi, perdere tanto, per questo motivo è consigliabile sempre preventivare in partenza la somma da investire. Datevi un limite massimo di puntata, perché questo metodo non è sicuro al 100%.

       Ci terremmo ad avvisare a tutti i nuovi giocatori che non esistono metodi sicuri al 100%. Esistono metodi per la roulette che portano ad alte probabilità di vittoria, ma mai alla certezza assoluta di vincita. La roulette è un gioco di probabilità.

       Questo excursus che dalla storia arriva ai metodi per roulette è solo un piccolo quadro significativo di quel che è stato questo gioco. Ha origini scientifiche e, quindi, con una buona strategia è possibile conseguire dei risultati molto interessanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*